Escursioni fai da te per crociere low cost

 


√ Escursione fai da te Martinica

Oggi vi forniamo alcuni consigli per organizzare al meglio un’escursione fai da te a la Martinica, in francese Martinique, è un’isola delle Antille il cui capoluogo è Fort-de-France e si trova al centro dell’arcipelago dei Caraibi, fa parte delle Piccole Antille e le sue coste sono bagnate a est dall’Oceano Atlantico e a ovest dal Mar dei Caraibi.

Il vostro porto di sbarco a La Martinica è proprio Fort-de-France, originariamente chiamata Fort-Royal e poi rinominata da Napoleone Bonaparte, è la capitale della Martinica ed è anche la più grande delle città delle Antille Francesi, la lingua ufficiale è il francese mentre la moneta locale è l’euro.

Escursione fai da te a Martinica

Palazzo del Comune

Palazzo del Comune

Appena scesi dalla nave avete tre alternative per organizzare la vostra escursione fai da te a Martinica, utilizzare i bus pubblici, prendere un taxi collettivo o fare un’escursione fai da te a piedi.

Martinique è chiamata l’isola dei fiori che in effetti sbocciano numerosi, senza contare le grandi foreste che la caratterizzano, le vostre scelte per le escursioni su quest’isola sono differenti, potete scegliere tra numerose spiagge come vi spiegheremo poco più avanti, optare per una visita dei dintorni o scegliere per una tranquilla visita della città a piedi.

I taxi non sono economici, come sulle altre isole dei caraibi, il costo è di circa 40 euro all’ora ma essendo mini van o macchine grandi, basta riunire 6/8 persone e con un prezzo ragionevole potete programmare la vostra escursione di 4/5 ore per un bel tour di Martinica. In porto troverete due file di taxi, una per le distinzioni in città e una per i giri dell’isola.

Visto che Fort-de-France è una città più grande anche la rete di bus pubblici (taxi collectifs) è efficiente, se volete risparmiare ad esempio potete raggiungere i Giardini di Balata anche con il pullman, potete prendere il bus linea L25 che parte dal centro della città a circa 15 minuti dal porto, il biglietto si paga a bordo e la fermata è proprio davanti all’ingresso del giardino botanico, stesso discorso per il ritorno. Vi consigliamo di controllare gli orari, la frequenza è di circa 30 minuti a corsa.

Molo di partenza dei traghetti

Molo di partenza dei traghetti

Un’altra alternativa è l’escursione a piedi, ovviamente solo se volete rimanere in città e visitare il centro di Fort-de-France, appena in porto vi verrà fornita la cartina per girare la città, potete scegliere se dirigervi verso il molo del traghetto e raggiungere le spiagge, rilassarvi sulla piccola spiaggia di Fort-de-France vicino al molo o visitare il centro città.

Ad esempio potreste visitare i Giardini di Balata, una sosta sul tragitto per la vista sul Vulcano Pelè per poi passare da una distilleria di Rhum con il consueto shopping e terminare il giro con i ruderi della città di S. Pierre e per finire un giro nel centro di Fort-de-France o una sosta alle spiagge nere vicino a S. Pierre.

Questo è solo un esempio di quello che potete vedere su quest’isola, vediamo nel dettaglio cosa visitare a Martinica e qualche informazione in più sui monumenti e i punti di interesse:

Giardini di Balata

Giardini di Balata

I giardini botanici di Balata, in Route de Balata sono veramente imperdibili, un orto botanico fantastico immerso nella foresta pluviale con paesaggi mozzafiato e attraversata da sentieri che si snodano tra alberi e fiori tropicali, più di 3000 specie botaniche esposte attorno ad una vecchia casa coloniale.
Il costo per l’ingresso ai giardini botanici è di circa 12,00 € e la visita dura almeno 1 ore e mezza. Sono raggiungibili in taxi o volendo anche con i bus pubblici, più precisamente con la linea L25 che potete prendere raggiungendo dal porto Via Aliker, una camminata di circa 15 minuti a piedi dalla nave verso il cimitero a sud di Parc Floral, sull’angolo della strada prima del cimitero l’ufficio Mozaik vende i biglietti del pullman per A/R costo circa 4 euro.
Il tragitto in bus dura circa 15-20 minuti, una strada tortuosa vi porterà proprio davanti all’ingresso dei giardini.
Se invece volete arrivare prima ai giardini, vi consigliamo di prendere un taxi dal porto in modo da essere tra i primi a visitare i giardini con tranquillità, prima dell’arrivo delle escursioni delle crociere, poi volendo potete fare in pullman il ritorno verso il centro città.

Vulcano Pele

Vulcano Pele

Merita la vista sul Vulcano Pelè che su quest’isola ha un valore storico vista la grande eruzione che nel 1902 distrusse l’abitato di Saint Pierre, altra tappa per la visita della città o meglio dei ruderi della città, che rimangono dopo l’eruzione del Vulcano Pelè.

Cattedrale Saint-Louis

Cattedrale Saint-Louis

Da visitare anche il Forte di Saint-Louis in Boulevard Chevalier Sainte Marthe, situato a East della Baie des Flamands, il forte fu costruito nel 1640 e terminato durante la seconda guerra mondiale. Durante la visita di circa 1 ora si potrà godere di una vista magnifica e insolita della baia di Forte-de-France.

Sempre in città merita una visita anche la Cattedrale Saint-Louis in Place Monseigneur Romero, costruita nel 1895 dall’architetto Henri Pick ha uno stile romano-bizantino e un campanile alto 57 m. Il progetto prevedeva che fosse resistente al fuoco e ai cicloni, per tanto gli elementi lignei sono ridotti al minimo. Gli interni sono molto luminosi e ricchi di decorazioni pregevoli.

Biblioteca Schoelcher

Biblioteca Schoelcher

Sempre opera dell’architetto Pick, la Biblioteca Schoelcher in Rue de la Libertè merita la vista, lega il suo nome a Victor Schoelcher che consacrò la sua vita alla lotta contro lo schiavismo. Realizzata con una struttura metallica, una basilica multicolore con una luminosa cupola bizantina in vetro. Ospita spesso esposizioni di artisti locali e internazionali oltre a più di 10.000 libri.

Da segnalare anche il parco La Savane, situato proprio in centro città, è un grande giardino ricco di piante e fiori originariamente era un sito militare ora invece è un parco attrezzato che ospita molte specie vegetali importate che si sono facilmente ambientate a questo clima. Sul lato nord del parco c’è una statua di Giuseppina Bonaparte, realizzata in marmo bianco di Carrara, inaugurata nel 1859 e misteriosamente decapitata in tempi recenti.

Giuseppina Bonaparte

Giuseppina Bonaparte

Da non perdere Il Sacre Coeur di Balata in Route de Balata, a 10 Km di distanza da Fort-de-France, si può ammirare una piccola replica della basilica del Sacre Coeur di Parigi, eseguita dall’architetto francese Wuifflef nel 1815, sorge sulla collina e offre un bellissimo panorama sulla capitale fino alla Pointe du Bout.

Sacre Coeur di Balata

Sacre Coeur di Balata

 

In spiaggia con il fai da te a Martinica o altre proposte per il fai da te a Martinica

Rispetto alle altre tappe ai Caraibi, lo scalo a Martinica non è quello con le spiagge più incantevoli ma sicuramente anche questo scalo offre zone interessanti e spiagge in cui godersi il mar dei Caraibi, vediamo quali e come raggiungerle suddividendole per posizione

martinica-spiagge

Spiaggia di Fort de France

Spiaggia di Fort de France

Se invece volete rimanere in città a Fort de France, per fare un ultimo bagno ai caraibi e girare la cittadina e visitare il pittoresco mercato, allora vi consigliamo di seguire dal porto le indicazioni per il molo dei traghetti, che dista circa 10-15 minuti a piedi dal porto, arrivati a destinazione sulla destra vedrete il parco La Savane e il molo sulla sinistra invece una piccola spiaggetta abbastanza tranquilla in cui potrete rilassarvi prima di visitare il resto di Fort de France.

Di certo questa spiaggia non ha nulla a che vedere con le altre bellissime spiagge della Martinica che elenchiamo di seguito o che incontrerete nelle altre tappe ai Caraibi ma è una valida alternativa per chi si vuole fare un bagno nelle calde acque caraibiche anche in questo scalo, senza allontanarsi troppo dal porto di sbarco.

Martinica spiaggie del Sud Atlantico

 

Anse Trabaud

Anse Trabaud

Anse Trabaud a Sainte-Anne è una splendida spiaggia deserta, al di fuori dei normali percorsi turistici, per accedervi in auto si devono attraversare alcuni terreni agricoli e delle piantagioni di banane e si dovrà pagare un piccolo diritto di passaggio. Potete raggiungerla anche a piedi partendo dalla spiaggia di Les Salines. Questa spiaggia è meta di surfisti ma troverete il vostro angolo di relax sotto le piante, attenti alle correnti e sopratutto portatevi acqua e cibo in quanto non c’è nulla.

Anse Michel colpita costantemente dagli Alisei, anche questa spiaggia è preda dei surfisti, sabbia bianche, palme da cocco e piscinette naturali di acqua limpida e turchese ne fanno la meta dei fine settimana di molti residenti locali, nella zona ci sono diversi ristoranti raggiungibili a piedi.

Martinica spiaggie del Sud Caraibi

Les trois ilets

Les trois ilets

Pointe du Bout e Les Trois-Ilets si possono raggiungere facilmente da Fort-de-France con il traghetto, dalla nave seguite il percorso ben indicato che in circa 10 minuti a piedi vi condurrà al porto dei traghetti, quello per andare a Pointe du Bout (circa 7 euro a/r) vi condurrà dall’altra parte della costa in circa 20-30 minuti. Potete fermarvi sulla spiaggia di Pointe du Bout o prendere un taxi e raggiungere la vicina spiaggia di Les Trois-Ilets o la più distante Anse Dufour.

Pointe du Marin è una lunga spiaggia con acque tranquille ideali per bambini e per gli amanti del nuoto. Una delle spiagge più attrezzate per il divertimento e sono presenti molti ristoranti e negozi nei pressi della spiaggia.

Les Salines

Les Salines

Les Salines a Sainte-Anne è considerata una delle più belle spiagge della Martinica. Una lunga spiaggia di sabbia bianca, con un bellissimo mare calmo che a volte si ingrossa con onde divertenti, ideali per il body-surf. All’orizzonte potrete vedere la vicina isola di St. Lucia. In zona sono presenti ristoranti e venditori ambulanti di snack, frutta e gelato, oltre ovviamente agli immancabili venditori di souvenirs, costumi e pareo. Per raggiungere questa spiaggia dal porto potete prendere un taxi (in 6 persone circa 30 euro a persona a/r) con 45 minuti di viaggio.
La spiaggia è abbastanza distante dal porto ma permette durante il tragitto di ammirare i paesaggi dell’isola.

Grande Anse

Grande Anse

Pointe des Salines si raggiunge proseguendo a sinistra dalla spiaggia di Les Salines, un’altra bella spiaggia con tanta vegetazione e molto più tranquilla e selvaggia della precedente, attenzione però alle possibile correnti qua troviamo il punto d’incontro del Mar dei Caraibi e dell’oceano Atlantico.

Grande Anse è una bella spiaggia di sabbia chiara e bagnata da acque calme e limpide, molto adatta al nuoto e allo snorkeling, la sua baia protetta è rifugio di molte imbarcazioni. Sono presenti diversi ristoranti e qualche negoziato di souvenir e alimentari. Anche questa dista circa 50 minuti da Fort de France, consigliamo quindi il taxi per raggiungerla, anche se dalla cartina può non sembrare distante la strada tutta curve rende i pochi chilometri in linea d’aria più distanti.

Anse Noir e Anse Dufour 

Martinica spiaggie del Nord Atlantico

Nella parte nord affacciata sull’atlantico, le spiagge sono quasi tutte “dedicate” ai surfisti, troviamo Tartane e Anse L’Etang, Anse Bonneville e Anse Charpentier, si trovano sulla penisola delle Caravelle e sono punto di ritrovo dei Surfer della zona e non solo.

Martinica spiaggie del Nord Caraibi

Anse Couleuvre

Anse Couleuvre

In questa zona troviamo spiagge di sabbia vulcanica, orlate da palme da cocco nella cornice di placidi villaggi di pescatori, in questa zona vi segnaliamo Anse Couleuvre Anse Ceron, entrambe a Le Precheur, la prima si trova a ridosso del vulcano è una spiaggia di sabbia nera dove in estate le tartarughe vengono a deporre le uova, zona interessante per lo snorkeling meglio quindi dotarsi di pinne e maschera, la seconda invece è sempre una spiaggia nera con palme da cocco e guarda verso l’Ileo la Perle, un isolotto circolare meta degli appassionati di immersione.

Shopping a Martinica e consigli per gli acquisti

Marchè aux legumes

Marchè aux legumes

Da non perdere è sicuramente il Marchè aux legumes, il mercato di Fort-de-France aperto tutti i giorni dalle 6.00 alle 15.00 in Rue Isambert, l’edificio costruito nel 1901 sempre dall’architetto Henri Pick venne poi distrutto da un uragano nel 1981 e quindi restaurato nel 1989, un gioco di colori di frutta, verdura, spezie e artigianato locale che merita certamente una visita.

Dalle bambole di pezza vestite con i coloratissimi vestiti locali ai vasi realizzati con le noci di cocco o ancora a un’ampia varietà di spezie, meta ideale per piccoli regali a prezzi contenuti.

 

Scopri le guide di viaggio per i carabi


MSC Crociere