Home / Escursioni negli Emirati Arabi / √ Escursione fai da te Muscat o Mascate o Masqat

√ Escursione fai da te Muscat o Mascate o Masqat

Oggi crociere fai da te vi porta in Oman nella città che conoscere con il nome di Muscat o Mascate o Masqat con una guida e tanti consigli di viaggio, in questa guida potete trovare tutte le informazioni utili per organizzare al meglio la vostra escursione fai da te nello scalo di Muscat o Mascate o Masqat con la crociera.

Cosa vedere e cosa fare a Muscat in un giorno, vediamo in questa guida a Muscat come organizzare la visita di un giorno nella capitale dell’Oman.

Masqat era nell’antichità lo snodo del trasporto dell’incenso verso Roma, la Grecia e tutto il Mediterraneo, Vasco de Gama sbarcò a Muscat sulla via per l’India.

Mascate è la città più grande del sultanato vista la notevole popolazione, è una città ben pianificata e molto estesa (copre un’area di circa 1500 km²). Vista la sua ampia estensione gran parte della città è vuota e aperta a sviluppi futuri.

L’Oman si è aperto al mondo occidentale solo quaranta anni fa dopo la deposizione, da parte del figlio Qaboos, del dispotico, anacronistico e medioevale Sultano Taymur.

Mascate è una delle città più antiche del Medio Oriente, conosciuta fin dal II secolo, che basava la sua ricchezza sull’esportazione del franchincenso via nave dall’Arabia Meridionale alla Grecia, Roma e nel Mediterraneo.

Il franchincenso una resina aromatica ricavata da alcune specie del genere Boswellia e utilizzata come incenso dal sapore agrumato che veniva usato nei riti religiosi.

Ad oggi Muscat è dominata dai commerci di datteri, madreperla, franchincenso e pesce, sono diversi i suq della vecchia Muscat e i suq di Mutrah che vendono questi prodotti e quelli dell’artigianato locale. Ma dal 1962 il vero traino dell’economia dell’Oman è stato il petrolio.

Nel 1970 su tutto il territorio solo 10 chilometri di strada risultavano asfaltate e l’economia prima del petrolio era solo agricola pastorale e della pesca. 

Attualmente ci sono più di 5000 chilometri di arterie scorrevoli, la produzione del petrolio è stata ridotta, causando una inevitabile lievitazione dei prezzi, per avere una riserva per gli anni futuri e si stanno sviluppando investimenti alternativi a quelli del petrolio, ma il paese conserva ancora un fascino veramente magico!

Se state programmando una crociera negli Emirati Arabi e Oman, probabilmente questo scalo in Oman farà parte del vostro itinerario con Dubai e Abu Dhabi, uno scalo in grado di regalare paesaggi bellissimi e una cultura diversa dalla nostra, in questa guida cerchiamo di fornirvi più informazioni possibili per organizzare cosa fare in un giorno a Muscat in crociera e cosa visitare in un giorno a Mascate, ecco la nostra mini guida turistica per visitare Muscat.

Serve un visto per le escursioni fai da te a Muscat o Mascate ?

Per i cittadini dei paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) come Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, e Arabia Saudita non è necessario un visto per viaggiare negli EAU.

Anche per i cittadini italiani non è necessario richiedere visti preventivi per visitare l’Oman e quindi anche per Muscat o Mascate non serve il visto, basta essere muniti di passaporto o del visto gratuito che rilasciano direttamente sulla nave una volta sbarcati a terra.

Alcune compagnie di crociera infatti rilasciano lo Shore Pass in fase di sbarco che è un permesso di visita giornaliero per il paese da visitare.

In quale moneta si paga a Muscat ?

In Oman e quindi a Mascatela moneta ufficiale è il Rial Omani, a differenza della moneta che utilizzate negli Emirati Arabi (AED).

Un consiglio che vi diamo è, se avete un bancomat o una carta che funziona sui circuiti internazionali,potete semplicemente prelevare dallo sportello, in questo modo avrete a disposizione moneta locale ad un cambio favorevole.

I taxi e alcuni negozi accettano anche i dollari americani o gli euro, ma è sempre meglio chiedere prima di salire a bordo o di fare acquisti, di certo il cambio non sarà a vostro favore o al prezzo di mercato, quindi attenti !!!!

Qual’è il porto delle navi da crociera a Muscat Mascate ?

Il porto principale di Muscat è il Mina As Sultan Qaboos o Mutrah, utilizzato anche per quanto riguarda il commercio e l’esportazione.

L’ingresso in porto è veramente pittoresco e si nota subito che si tratta di una città ben tenuta con tanto verde, una splendida Corniche e su una collina fa bella mostra di se un gigantesco incensiere ornamentale simbolo della città.

Scendendo dalla nave nel porto di Mutrah, vi ritroverete praticamente a ridosso della città vecchia di Mascate, potrete facilmente raggiungere a piedi il mercato del pesce o con una piacevole passeggiata il suq di Mutrah (circa 10 minuti) e il palazzo del Sultano (più distante è raggiungibile in 30 minuti).

Come organizzare l’escursione fai da te a Muscat di un giorno

Se dovete organizzare l’escursione fai da te a Muscat di un giorno, cerchiamo di fornirvi qualche informazione con questa guida, in modo da darvi un’idea di quello che la città di Muscat offre e di cosa potete godere durante il vostro scalo in crociera a Mascate.

Grazie alla cortesia e ospitalità dell’Oman e dei suoi abitanti, partiamo subito con il dirvi che non ci sono problemi o pericoli ad organizzare un’escursione fai da te a Muscat, il turismo è sicuramente una delle fonti alternative di ricchezza su cui l’Oman sta puntando per smarcarsi dal solo petrolio.

A differenza di altri scali della crociera, in Oman non troverete architetture moderne e enormi come Dubai e Abu Dhabi, il territorio per lo più arido e montagnoso, al di fuori dal centro cittadino regna sovrano. 

La città di Mascate però è pulita, ben tenuta e curata, lungo le strade sono presenti fiori, cascate artificiali, particolari caffettiere e enormi bruciatori di incenso che sono il simbolo del paese.

I fiori vengono mantenuti perfetti e verdissimi, grazie ad un sistema di irrigazione studiato nei minimi dettagli per preservarli da un clima torrido. Vengono utilizzati impianti di irrigazione goccia a goccia, lunghi chilometri e chilometri, come se fosse una normalità.

Fiori e bordure sono sostituiti di contenuto in modo da essere sempre al massimo dello splendore e persino le palme vengono lavate con getti d’acqua per rimuovere sabbia e sporcizia, se solo pensiamo che l’acqua non abbonda da queste parti. Infatti vengono utilizzati impianti di desalinizzazione e acqua riciclata per il verde pubblico.

Muscat è circondata da alte montagne e ha conservato l’architettura tipica del mondo arabo, senza concedersi alle modernità degli Emirati, le cose da vedere nei pressi del porto non sono molte e con un tour in taxi è possibile organizzarsi in autonomia senza problemi.

Se invece preferite non prendere i taxi ma il BIG BUS a due piani a Muscat, vi confermiamo anche anche in questo scalo sono previsti i pullman turistici a due piani, che vi permetteranno di vedere differenti attrazioni di Mascate.

Vediamo come muoversi a Muscat durante la nostra escursione fai da te in crociera.

Come muoversi a Muscat in escursione fai da te

Dal porto di Muscat, come abbiamo già detto, il centro della vecchia Muscat è praticamente a ridosso del porto mentre invece la Grande Moschea dista circa 30 km fuori dalla città e quindi non è raggiungibile a piedi.

Essendo una città sicura e ospitale, se volete organizzare un’escursione fai da te a Muscat non avrete grossi problemi, i mezzi di trasporto più utilizzati dai turisti sono il taxi e il BIG BUS a due piani.

Vi forniamo alcuni suggerimenti su quale mezzo scegliere in base alle vostre esigenze di visita, al numero di persone e al budget di spesa per la vostra escursione fai da te a Mascate.

Spostarsi in taxi a Mascate con l’escursione fai da te

Arrivati al porto di Muscat non faticherete a trovare dei taxi per un’escursione fai da te, abituati al turismo e ai croceristi i tassisti di Mascate propongono dei tour della città a prezzi contenuti se paragonati al costo dell’escursione della compagnia di crociera, ma molto elevati.

Qua in Oman come in tutti questi paesi, la contrattazione è un’arte, un modo di vivere che si trova anche nei taxi, quindi la parola d’ordine è CONTRATTARE.

Il taxi è sicuramente il mezzo più comodo, immediato ed economico per organizzare un’escursione fai da te in autonomia nello scalo di Muscat.

Usciti dal porto con la navetta della compagnia di crociere, troverete subito tantissimi taxi ma questi sono quelli più cari, vi conviene spostarvi nei pressi del Suq di Mutrah per trovare dei taxi più economici con cui contrattare il vostro tour della città.

I tour della città proposti solitamente sono di 3-4 ore, in modo da lasciarvi ancora tempo da dedicare al Suq per un pò di shopping prima di tornare in nave, ma dipende cosa volete fare, quanti siete a bordo e come volete organizzare la giornata.

Se invece non amate contrattare i taxi, un’altra soluzione sono i BIG BUS, i bus a due piani turistici che sono presenti anche a Muscat e sono una valida alternativa per visitare la città.

Spostarsi con il BIG BUS a Muscat

I pullman rossi a due piani, che fanno il giro della città, sono di certo uno dei mezzi più utilizzati dai turisti fai da te in tutto il mondo.

Anche Muscat ha il suo BIG BUS a due piani e consente di fare un giro tra le principali attrazioni della città, purtroppo vi comunichiamo subito che nel tour di questo pullman a due piani NON è prevista una sosta alla Grande Moschea del Sultano, quindi se la vostra idea è quella di vistare la Moschea dovete aggiungere un tragitto in taxi per poterla vedere.

Il vantaggio di questi BIG BUS a Muscat è che hanno un prezzo fisso che potete valutare prima e offrono diverse soste e la possibilità di salire e scendere quante volte si vuole.

E’ possibile salire a bordo del BIG BUS di Muscat direttamente dal Mutrah Suq, quindi non distante dal porto di sbarco della crociera alla fermata numero 1 indicata nella cartina che alleghiamo.

Sempre in questa cartina, il Palazzo del Sultano si trova alla fermata numero 9 mentre la Grande Moschea si trova sulla sinistra della fermata numero 3, ma purtroppo non è raggiunta dal bus e non è raggiungibile nemmeno a piedi da questa fermata.

CARTINA FERMATE BIG BUS MUSCAT

Dove si acquista il biglietto del BIG BUS a Mascate ?

Se avete l’idea di prendere il BIG BUS per lo scalo di Muscat, vi consigliamo di acquistare il biglietto direttamente online dal sito internet della compagnia, in questo modo potreste valutare anche le diverse soluzioni offerte come i biglietti cumulativi del BIG BUS validi sia ad Abu Dhabi che a Dubai.

Acquistare un biglietto unico del BIG BUS per Muscat, Abu Dhabi e Dubai è di certo molto comodo visto che nella crociera solitamente questi scali sono uno a ridosso dell’altro, quindi è possibile sfruttare in entrambe gli scali questo mezzo di trasporto per raggiungere le principali attrazioni della città risparmiando leggermente rispetto all’acquisto dei singoli biglietti.

Per il costo del biglietto vi consigliamo di controllarlo direttamente sul sito BIG BUS in modo da poter valutare tutte le offerte proposte, personalmente se non siete mai stati a Muscat perdere la visita della Grande Moschea sarebbe un vero peccato quindi visto il prezzo non contenuto forse non è la formula migliore per visitare questo scalo, meglio preferire un tour in taxi, ma lasciamo a voi la scelta.

Ora che vi abbiamo presentato i diversi trasporti per sportavi a Muscat, vi parliamo di cosa vedere a Muscat in un giorno.

Cosa visitare a Muscat in un giorno di crociera ?

Vediamo quindi cosa visitare a Muscat in un giorno di crociera, sicuramente se è la prima volta che venite a Muscat non potete perdervi la vista alla Grande Moschea del Sultano Qaboos un’opera faraonica che vi lascerà a bocca aperta.

Altre strutture da non perdere sono il teatro Royal Opera House, l’Al Alam Palace che è la residenza del Sultano Qaboos, visitabile solo da fuori, ovviamente una puntata ai Suq per un pò di shopping e poi sempre nei pressi di Muscat, in base al tempo a disposizione potete scegliere se andare all’Oman Diving Center per un pò di relax in spiaggia o se visitare la zona dei resort per vedere gli hotel di lusso e godervi magari un pò di spiaggia in quella zona.

Prima di rientrare in nave dal Suq, vi consigliamo di fare una piacevole passeggiata lungo mare sulla Corniche, per godervi un piacevole rientro in nave prima di lasciare l’Oman.

La passeggiata sulla Corniche può durare anche più di 3 km e si estende a partire dal mercato del pesce fino alla città vecchia di Muscat, ma la parte più viva è quella in corrispondenza del quartiere di Mutrah. Merita percorrere questo tratto di strada da entrambe e i lati, verso il mare e verso la città per ammirare un tipico passaggio dell’Oman di un tempo.

Quindi scesi dalla nave e usciti dal porto con la navetta, troverete tantissimi taxi disponibili e pronti ad aspettarvi ma con prezzi molto alti (60 dollari l’ora) anche se contrattati.

Vi consigliamo di recarvi subito al curioso mercato del pesce (Mutrah Fish Market), che si trova dietro alla fermata delle navette dalla compagnia di crociera, basteranno 30 minuti per la visita di questo mercato.

Poi con una passeggiata a piedi di circa 850 metri, dirigetevi verso il Suq di Mutrah (da visitare nel pomeriggio altrimenti la moschea chiude), da qua potrete contrattare il vostro taxi ad un prezzo di partenza molto più basso per un giro di Muscat e la prima destinazione che vi consigliamo è sicuramente la Grande Moschea visitabile dalle 9.00 alle 11.00 del mattino.

Se invece non volete visitare la Moschea, potete scendere dalla nave e dopo aver visitato il Mutrah Fish Market e il Mutrah Suq, camminare sulla Corniche fino a raggiungere il Palazzo del Sultano Al Alam Palace, una piacevole passeggiata lungo mare di circa 5 km, da cui poi volendo potete contrattare con un taxi un giro in altre zone di Muscat o andare in spiaggia per godervi una giornata di mare e relax concordando con il taxi (con pagamento a fine giornata) di farvi venire a prendere nuovamente nel pomeriggio per portarvi al Suq da cui poi tornerete a piedi in nave.

In base al tempo che avete a disposizione durante lo scalo e alle attrazioni che volete vedere potete organizzare la giornata in modi differenti, in fase di organizzazione dell’escursione fai da te a Muscat considerate sempre gli orari di apertura e chiusura dei monumenti e dei Suq perché non sono sempre aperti.

Grande Moschea del Sultano Qaboos

Come visitare la Grande Moschea del Sultano Qaboos a Mascate ?

La Grande Moschea del Sultano Qaboos è sicuramente uno dei luoghi più belli che potete vedere durante lo scalo a Muscat, una moschea grande e curata in ogni particolare che se non avete mai visto non potete di certo perdervi.

Questa opera è stata completata nel 2001 dopo 6 anni di lavori, porta con se un fascino legato alle varie epoche e tradizioni islamiche, molto più realistica e meno sfarzosa di quella di Abu Dhabi.

Prende il nome dal Sultano Qaboos, saggio ed illuminato sovrano che ha guidato l’Oman fino a diventare un paese moderno ed efficiente e privo di fanatismi.

Come anticipato, si trova a circa 30 km fuori dalla città vecchia di Mascate, quindi l’unico modo per raggiungerla escludendo le escursioni delle compagnie di crociere è quella di utilizzare un taxi (circa 30 minuti per raggiungere la moschea).

La Grande Moschea del Sultano Qaboos è il primo posto da visitare durante la vostra escursione fai da te a Muscat perché il suo orario di visita è dalle 9.00 alle 11.00 del mattino, fuori da questi orari non è più possibile visitare la Moschea a meno di particolari tour organizzati.

Quindi appena scesi dalla nave vi consigliamo di dirigervi subito alla Grande Moschea, in questo modo potrete ammirarla anche senza la calca di turisti che arriveranno più tardi accompagnati dalle escursioni delle compagnie delle navi da crociera.

Un’altra raccomandazione che vi facciamo, per la visita della Grande Moschea del Sultano, è legata all’abbigliamento.

Come bisogna vestirsi e coprirsi per vistare la Grande Moschea di Muscat ?

Essendo un luogo di culto e sacro, per visitare la Grande Moschea è necessario essere coperti, per l’uomo bastano dei pantaloni lunghi (meglio se non jeans) e una maglia a maniche lunghe (all’uomo non vengono forniti vestiti per accedere alla moschea, se vestito in modo NON idoneo non può entrare). 

Per la donna invece la copertura deve essere totale, meglio quindi portarsi una pashmina per coprire la testa e coprire il resto del corpo con una tunica o con vestiti che coprano i polsi e le caviglie.

Di seguito pubblichiamo uno specchietto dell’abbigliamento consentito nella Moschea di Abu Dhabi che ben si adegua anche alle esigenze di abbigliamento necessarie per visitare la Grande Moschea di Muscat.

Fonte sito web moschea di Abu Dhabi

In realtà è sufficiente un pò di accortezza, evitando scollature profonde, abiti o pantaloni particolarmente aderenti, nulla di proibitivo.

Per entrare dentro la Moschea è necessario lasciare le scarpe all’esterno, per questo se non gradite camminare a piedi scalzi, vi consigliamo di portarvi dietro un paio di calzini da tenere ai piedi.

I controlli sotto questo punto di vista sono molto rigorosi, il rischio è quello di rimanere alla porta quindi non sottovalutate l’aspetto abbigliamento.

A tal proposito potreste pensare di acquistare un vestito lungo in qualche Suq durante le visite di questa crociera in modo da poter utilizzare il vostro e non quello fornito dalle Moschee per la visita.

Storia e curiosità della Grande Moschea del Sultano Qaboos

La Grande Moschea ha una superficie di 400.000 metri quadrati, vi stupirà per la sua maestosità.

L’arco di ingresso si apre su un bel giardino terrazzato con fontane e un viale immerso tra piante e fiori molto curati, attraversando questo viale si raggiungerà la moschea dove è necessario lasciare le scarpe fuori prima di poter entrare.

Dopo aver percorso un viale immerso tra piante e fiori molto curati, si raggiunge la zona della moschea dove è necessario lasciare le scarpe, negli appositi contenitori in legno, prima di poter entrare.

Vi è un rituale di purificazione prima della preghiera, quindi la camera abluzione dove lavarsi le mani, viso e piedi e posta poco prima l’entrata della moschea.

La Grande Moschea di Muscat si suddivide in due zone: quella in cui pregano le donne che è ricca di sacralità ma povera di orpelli e abbellimenti e quella in cui pregano gli uomini, che si presenta più ricca e curata e può contenere circa 6000 fedeli.

Solo nella parte dedicata agli uomini, l’Imam ha il suo posto, le donne invece possono vederlo tramite alcuni maxi schermi posizionati nella sala. 

Le due zone sono collegate da un ampio piazzale, il cui tetto in estate si chiude e permette il condizionamento in modo da poter pregare anche con il caldo estivo. Nelle colonne all’interno potrete notare dei fori circolari, sono semplicemente i condotti dell’aria condizionata per raffrescare la moschea durante le torride estati.

Nella zona riservata agli uomini è presente un tappeto persiano di 4200 metri quadri (60×70 metri), pesante 21 tonnellate e composto da mille e settecento milioni di nodi, secondo solo a quello della moschea di Abu Dhabi. La tessitura di questo tappeto ha richiesto 4 anni di lavoro.

Altra similitudine con la moschea degli Emirati è la presenza anche nella Grande Moschea di Muscat di un ampio lampadario di Swaroski con 1122 lampadine e tantissimi cristalli, situato nella cupola centrale, alto 34 metri e dal diametro di 8 metri. 

Le pareti interne sono rivestite di marmo grigio e bianco adornato con fiori in ceramica mentre il legno perfettamente intagliato e di teak indiano.

Il mihrab nella sala di preghiera principale è incorniciato da un bordo di versetti coranici in ceramica dorata.

Tutta la struttura è dai cinque minareti quello centrale, alto ben 92 metri che spicca in tutto il suo splendore e altri quattro, alti 45 metri, ogni minareto è pensato per ogni momento di preghiera della giornata, circondati da colonnati.

All’interno del complesso è presente una biblioteca con oltre 20.000 volumi ed un istituto di scienze islamiche.

La visita della moschea, se fatta con tutta calma, scattando foto e video richiede all’incirca 1 ora di tempo, usciti dalla Moschea un’idea potrebbe essere quella di visitare il Palazzo del Sultano Qaboos.

Come visitare il Palazzo del Sultano Qaboos, Al Alam Palace a Muscat o Mascate ?

L’Al Alam Palace o conosciuto anche come Palazzo del Sultano Qaboos, si trova dalla parte opposta rispetto alla Grande Moschea, in pratica quando siete al porto con le spalle al mare, la Moschea sarà alla vostra destra mentre il Palazzo del Sultano alla vostra sinistra.

Il piazzale di marmo che conduce all’imponente cancello in ferro nero decorato con lo stemma dell’Oman, è così lucido che sembra bagnato, l’attenzione maniacale nei giardini a piante e fiori è quasi esagerata!

L’Al Alam Palace non è visitabile internamente, è infatti possibile vederlo solo dell’esterno, ma certamente vi colpirà per lo scintillio e la pulizia dei pavimenti in marmo che vengono costantemente curati con l’uso di grandi lucidatrici.

E’ possibile raggiungere il Palazzo del Sultano direttamente dal porto di Muscat con una passeggiata di circa 5 km, 40/45 minuti piacevoli attraverso la Corniche che costeggia tutto il mare e incontra prima il Suq di Mutrah e successivamente l’Al Alam Palace.

La residenza del Sultano è un palazzo con circa 200 anni di storia, molto caratteristico. La facciata colpisce per i pilastri che si aprono verso l’alto, in uno stile neoegizio, caratterizzati dal colore blu, l’oro ed il bianco. 

Se la bandiera della residenza sventola alta, significa che il Sultano in quel momento risiede proprio a Muscat ed è sinonimo di fortuna visitarlo in quei giorni.

Il sultano Qaboos vive spesso fuori dalla residenza, ma viene utilizzata per ricevere i grandi capi di stato o regnanti degli stati esteri in visita in Oman.

Il grande viale che porta all’ingresso, durante le cerimonie ufficiali, viene solcato da un armata di 400 cavalli e sotto il lastricato vi si trovano le stanze stesse del sultano. 

Dal Palazzo del Sultano è possibile scorgere, sulla sinistra e sulla destra i forti portoghesi di Al Jalali e Al Mirani una volta utilizzate come prigioni.

Dal Palazzo del Sultano, potete scegliere se raggiungere a piedi il Suq per un pò di shopping e poi rientrare in nave o se contrattare con un taxi un giro ad altre attrazioni di Muscat.

Come visitare l’Opera House di Muscat

L’Opera House di Muscat è il teatro di Mascate, il prezzo di ingresso è di circa 8 euro a persona.

Il teatro dell’Opera House si trova in direzione Grande Moschea, questa attrattiva è raggiunta anche dal percorso del BIG BUS di cui vi abbiamo parlato poco sopra, quindi se avete acquistato il biglietto per il giro panoramico della città è sicuramente uno dei punti da visitare.

Come visitare l’Incense Burner simbolo di Muscat

L’Incense Burner di Muscat è il simbolo della città, visibile fin dall’arrivo con la nave in porto si trova su una collina a ridosso della montagna che sovrasta la Corniche.

Una costruzione particolare, è possibile raggiungere la zona sottostante con un camminata di circa 2 km in salita, almeno 30 minuti ma senza la possibilità di arrivare fino a sotto l’Incense Burner quindi che non consigliamo di fare.

Come visitare il Villaggio di Al Bustan e parlamento di Muscat

Un’altra tappa prevista dal BIG BUS (fermata 7 sulla cartina) è quella al Villaggio Al Bustan, zona in cui si trova anche il Parlamento di Muscat.

Il villaggio di Al Boustan è la zona in cui sorge anche il meraviglioso Al Boustan Palace, un albergo di lusso che ospita anche il vertice del Gulf Cooperation Council.

Per la costruzione dell’Al Boustan Palace sono stati importati tutti i materiali dall’estero: dalla pietra del Rajastan a 800 tonnellate di marmo da Italia, Francia e Grecia. 

All’interno di questo edificio in stile moresco ottagonale è possibile ammirare una hall che sembra una moschea, con un ampio impiego di mosaici, vetrate e lampadari in cristallo.

Poco fuori invece da questo hotel, nella rotonda antistante fa bella mostra di se la nave Sohar di Ahmed bin Majid, una replica della nave che ha ripercorso dall’Oman il vecchio itinerario della via della seta fino in Cina. 

Questo Dhow è stato costruito nei cantieri di Sur utilizzando la corteccia di oltre 75.000 palme e metri e metri di corda. 

Come visitare il Museo Bait Al Zubair a Muscat

Tra le differenti attrazioni che offre Muscat, un’altro museo che potete andare a vedere è il museo Bait Al Zubair, costruito nel 1941 come abitazione privata e inaugurato come museo nel 1998 allo scopo di esporre e riscoprire il patrimonio della cultura omanita.

In questo museo è possibile ammirare dei bellissimi pugnali di varie foggie, gioelli, utensili in rame e vestiti provenienti dalle varie regioni dell’Oman.

Un piccolo museo interessante se volete riscoprire un pò di storia di questo paese.

Andare in spiaggia a Muscat o Mascate in crociera

Se il vostro scalo a Muscat dura più di mezza giornata o se avete già visitato Muscat in precedenza, allora potreste pensare di fare un pò di spiaggia e mare a Muscat.

Se la città di Muscat non offre spiagge vicino al porto, sono invece presenti diverse spiagge e baie nella zona degli hotel e resort di Muscat.

Anche Qurum Beach raggiungibile dalla fermata 3 del BIG BUS e Qurum Park fermata 5 del pullman turistico, sono un’altra location da visitare volendo.

L’Oman Dive Center, è lo stesso posto in cui alcune compagnie di crociera portavano gli ospiti, è diventato Muscat Hills Resort (http://www.muscathillsresort.com) una struttura più articolata rispetto al precedente complesso.

L’ingresso è a pagamento e si ha diritto alla sdraio, spogliatoi, docce. All’intenro del Diving è presente anche un ristorante che consente di mangiare su una terrazza con vista sul mare.

L’Oman Dive Center o Muscat Hills Resort rimane fuori Muscat, immerso nelle montagne che si gettano direttamente nel mare, per arrivarci in taxi è necessario percorrere una strada còratissimi con panorami bellissimi a circa 20 km dal porto.

Come visitare la zona degli hotel e resort di Muscat 

Fuori dalla città vecchia di Muscat, c’è una zona ricca di alberghi e resort di lusso sorti nell’ottica di aumentare il flusso turistico nell’Oman.

Tra i vari resort, meritano una menzione il Resort Al Bandar o lo Shangri-La sorti nei pressi delle strade fatte costruire dal Sultano, per favorire lo sviluppo turistico di queste zone brulle e impervie.

Percorrendo queste strade, gli scorci di panorama che si aprano lasciano a bocca aperta.

Il resort Al Bandar è una perla incastonata tra queste rocce lontano dal brulichio di Mutrah, gli ospiti anche di passaggio, vengono accolti con un infuso di caffè e thè e datteri essiccati, una vera prelibatezza. Si tratta del resort più caro che è presente in zona e alla sera nella sala Bingo della struttura ci sono puntate milionarie.

Ma la zona dei resort è in continuo fermento e costruzione.

Dove fare shopping a Muscat

Rispetto agli scali degli Emirati Arabi di Abu Dhabi e Duabi, lo scalo a Muscat non offre un’ampia scelta di Mall e Centri commerciali come le megalopoli degli emiri, forse nella parte nuova della città si sono sviluppati dei centri commerciali ma nella parte più turistica le mete di shopping a Muscat sono più legate alla tradizione.

Se è vero che durante la crociera, non potrete di certo fare acquisti in questo posto, merita una menzione il mercato del pesce, Mutrah Fish Market, con orario di apertura tutti i giorni dalle 8.00 alle 13.00 del mattino.

E’ situato subito dietro alla fermata delle navette che escono dal porto, una breve visita di 30 minuti vi farà vivere un’esperienza locale e vi permetterà di ammirare e scoprire diverse specie di pesci (molti dei quali a noi sconosciuti) e conchiglie presenti in questo pescoso mare.

Passeggiando per circa 10 minuti, un posto dove potete fare shopping a Muscat è certamente il Suq di Mutrah un bazar che non dovete assolutamente perdervi.

Anche il Suq di Mutrah rispetta degli orari prestabiliti, tutti i giorni dalle 8.00 alle 13.00 (il venerdì alle 12.00) del mattino e poi a seguito di una pausa pranzo prolungata riapre dalle 16.00 alle 22.00 della sera.

Per il Suq di Mutrah considerate almeno 1 ora di tempo ma anche 2 non guastano, con la contrattazione sui prezzi, tanto amata in questi luoghi, il tempo non è mai abbastanza e il Suq è abbastanza grande.

Presso il Suq di Mutrah è possibile ammirare e acquistare di tutto, un mercato prettamente per turisti ma che offre degli scorci di vita locale e la possibilità di acquistare souvenir a prezzi concorrenziali in uno dei Suok più grandi e antichi della zona.

Tra gli oggetti più tipici da acquistare ad esempio i porta incensi di argilla decorati, insieme ai granelli ricavati dalla corteccia della Boswellia, portacandele, pashmine e potete ammirare i Khanjar, tradizionali pugnali ricurvi che però potrebbero non permettervi di portare in nave o in aereo.

Nel caso in cui vi sia venuta sete, perché non provare un ottimo frullato di frutta in una locale posto sulla destra dell’ingresso principale del Suq ? Ne ve ne pentirete….

In motoscafo all’incontro con i delfini a Muscat Bandar

Durante la sosta a Muscat è possibile organizzare una breve escursione alla Marina di Bandar, dove tramite un motoscafo sarà possibile raggiungere e incontrare i delfini.

In questa breve ma intesa escursione in motoscafo con partenza dalla Marina di Bandar, sarà possibile avvisare diversi branchi di delfini, di differenti specie tra cui anche il particolarissimo delfino bianco.

Un’esperienza sicuramene interessante, sopratutto se ci sono dei bambini nel gruppo.

Escursione a Nakhal in Oman da Muscat

Alcune compagnie di crociera effettuano delle escursioni a Nakhal, dove è possibile ammirare un villaggio fortezza e una sorgente.

Questo genere di escursioni è più difficile da organizzare in autonomia perché i taxi sarebbero troppo cari, quindi è opportuno affidarsi alla compagnia di crociere se volete fare questa esperienza.

Il forte di Nakhal dista un’ora di strada da Muscat, ed è un forte portoghese al cui interno presenta una ricostruzione degli ambienti tipici arabi con grandi tappeti al suolo, cuscini alle pareti.

La bellezza del forte e di questa escursione è certamente il panorama che si può osservare, dall’alto della terrazza è possibile godere una bella vista delle montagne circostanti.

A seguito della visita al Forte di Nakhal si raggiungerà anche la sorgente di Nakhal, zona frequentata anche dai locali per godersi un picnic il venerdì festivo (per loro equivalente alla nostra domenica).

L’acqua della sorgente di Nakhal sgorga a 28 gradi e quindi permette di fare un bel bagno caldo senza problemi.

Escursione a Nizwa e il forte di Jabrin da Muscat

Un’altra delle escursioni proposte dalle compagnie di crociera che fanno scalo a Muscat è quella a Nizwa e al Forte di Jabrin.

Anche in questo caso si parte da Muscat per uscire dalla città e percorrere tratti di strada con panorami veramente diversi dai nostri, tra deserto e montagne.

Il forte di Jabrin prevede una visita anche nei locali interni, pur non essendo famoso come il Forte di Bahla (tutelato dall’UNESCO) è comunque molto bello.

Anche la città di Nizwa è interessante, ma questa escursione non la consigliamo se capitate di venerdì in quanto è tutto chiuso.

Escursione al Wadi Bani Khalid in fuoristrada 4×4 da Muscat

Se invece non visitate Muscat ma amate l’avventura, allora l’escursione in Jeep 4×4 al Wadi Bani Khalid potrebbe essere la scelta giusta per la vostra escursione a Muscat.

Anche in questo caso l’organizzazione fai da te è difficoltosa, meglio affidarsi alla compagnia di crociere, che con dei fuoristrada nuovi vi porterà da Muscat in direzione Wadi Bani Khalid salendo su e giù dalle dune, potrete camminare tra la sabbia.

A differenza delle escursioni solo nel deserto, il Wadi Bani è un deserto rosso ma una parte dell’escursione viene fatta in un’oasi molto verde con cascate.

Questa escursione ovviamente prevede una parte importante di viaggio in fuoristrada ma anche il viaggio è parte dell’escursione vera e propria.

Con partenza intorno alle 9.00 si arriva nel deserto verso le 12.00 dove sarà possibile scattare foto, un pò di rally e intrattenimento, poi è la volta dell’oasi o Wadi in cui si farà pranzo.

Quindi ripartenza verso il porto di Muscat, un’escursione intensa ma in parte anche stancante per le numerose ore di auto.